2012

21/5

by Maurizio Disoteo

Diversità culturali

Un festival, un libro,una rassegna nazionale a Corigliano d'Otranto.

Un aspetto sorprendentemente poco noto dell’educazione interculturale nel nostro paese riguarda la valorizzazione del patrimonio culturale delle minoranze linguistiche presenti sul territorio italiano. In Italia, il punto di riferimento normativo è la legge 482 del 15 dicembre 1999, che disciplina il diritto all’espressione di dodici minoranze linguistiche: albanese, catalana, greca, germanica, slovena, croata, francese, franco-provenzale, friulana, sarda, ladina e occitana. In seguito a tale legge, sin dal 2001 il MIUR ha previsto specifici interventi e finanziamenti destinate alle scuole dell’infanzia e obbligatorie che si trovano in zone dove vivono tali minoranze linguistiche. Tali interventi non s’intendono rivolti solo a garantire la pratica delle lingue minoritarie nelle scuole, ma a valorizzare la cultura delle minoranze con il coinvolgimento di tutte le materie di studio.
È in questo contesto che è nato il progetto del Festival musicale Suoni dalle minoranze-Prima rassegna nazionale che si terrà a Corigliano d’Otranto il giorno 26 maggio con la partecipazione di scuole appartenenti a diverse minoranze che hanno elaborato progetti che si collocano nel solco della tradizione musicale delle rispettive culture. Per l'occasione verrà presentato il volume "Suoni dalle minoranze" e si terrà anche una tavola rotonda sul tema Dalla musica alla lingua.
Diamo notizia di questo evento segnalando ai lettori interessati ad approfondire il suo programma e la sua proposta culturale il sito dedicato dove si possono trovare anche informazioni sulle minoranza linguistiche in Italia, sui progetti messi in atto dalle scuole e video e registrazioni audio di musiche realizzate nelle scuole: >>> QUI

© 2017 Associazione Centro Studi e Solidarietà Maurizio Di Benedetto | C.F. 92020080138                                                          Seguici sui social